Edizione n.48 di mercoledì 13 dicembre 2017

Castiglione Olona, verso la “riapertura” della Via Francisca del Lucomagno

Alla valorizzazione dell’antica strada romano-longobarda interessato anche il tratto varesotto da Lavena Ponte Tresa a Busto Arsizio
locandina via francisca autunno 2017ok

Dal lago di Costanza, in Svizzera, dopo Vaduz, Coira, Passo del Lucomagno, Bellinzona e Monte Ceneri, raggiunge il territorio di Varese e i siti longobardi di Castelseprio, Torba e Cairate nella valle Olona, proseguendo poi lungo la valle del Ticino fino a innestarsi nella Via Francigena a Pavia. Misura complessivamente 510 chilometri, di cui 135 sono di tratto italiano con 62 di questi in territorio varesotto, da Lavena Ponte Tresa a Busto Arsizio. In gran parte è percorribile lungo sentieri ciclopedonali.
È l’antica strada romano-longobarda Via Francisca del Lucomagno, inserita in un progetto di valorizzazione che fa riferimento ai celebri esempi di valorizzazione del Cammino di Santiago e della Via Francigena. Il Protocollo di collaborazione per la valorizzazione della Via Francisca del Lucomagno in territorio lombardo è stato sottoscritto, il 21 settembre 2017, a Castiglione Olona (Varese) da più di 50 rappresentanti di Istituzioni ed enti locali.

FIRMATARI DEL PROGETTO
Firmatari sono: Regione Lombardia, Province di Varese e Pavia, Città metropolitana di Milano, Comuni di Varese e Pavia, Comunità Montana del Piambello, Consorzio Est Ticino Villoresi, Parco Campo dei Fiori, Parco Alto Milanese, Parco del Ticino, Camera di Commercio di Varese e i Comuni di Abbiategrasso, Albairate, Bernate Ticino, Besate, Boffalora Sopra Ticino, Buscate, Cassinetta di Lugagnano, Cuggiono, Magenta, Morimondo, Motta Visconti, Ozzero, Robecco sul Naviglio, Bereguardo, Casorate Primo, Torre d'Isola, Brinzio, Busto Arsizio, Cadegliano Viconago, Cairate, Castellanza, Castelseprio, Castiglione Olona, Cugliate Fabiasco, Cunardo, Fagnano Olona, Gazzada Schianno, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Gornate Olona, Lavena Ponte Tresa, Lonate Ceppino, Marchirolo, Marnate, Morazzone, Olgiate Olona, Solbiate Olona e Valganna.
SISTEMA VIE FRANCIGENE
L’iniziativa intende favorire una visione integrata e coordinata del tracciato sotto diversi profili. Obiettivo, promuovere le eccellenze situate lungo il percorso in gran parte già fruibile, in quanto tracciato su sentieri, piste ciclopedonali e strade a bassa percorrenza. Tra gli interventi prioritari previsti l’apposizione di specifica segnaletica, da attuarsi da ciascun ente nel territorio di propria competenza.
Il Canton Ticino - in particolare i referenti per il Turismo – ha manifestato la disponibilità a un'attiva collaborazione per valorizzare l'itinerario internazionale nell'ambito delle proprie azioni strategiche. Analoga disponibilità ha confermato l'Associazione Europea delle Vie Francigene a sostenere il riconoscimento della Via Francisca del Lucomagno come percorso facente parte del sistema europeo delle Vie Francigene. 

(Cliccare al centro immagine per ingrandirla)