Edizione n.41 di mercoledì 4 dicembre 2019

Bonifica siti contaminati, 760.000 euro per l'ex conceria Fraschini di Brenta

È una delle azioni finanziate con stanziamento regionale di 2 milioni euro per interventi nelle aree di Brenta, Rho, S.Giorgio su Legnano, S.Martino dall'Argine e Spessa
BRENTA ex conceria Fraschini
BRENTA ex conceria Fraschini

Finanziato il completamento di caratterizzazione ambientale, smaltimento rifiuti e messa in sicurezza dell'area ex conceria Fraschini, ubicata nei comuni di Brenta e Cittiglio (Varese). La giunta regionale della Lombardia il 12 novembre 2019 ha approvato, su proposta dell'assessore all'ambiente Raffaele Cattaneo, uno stanziamento di 1.953.700 euro per l'annualità 2019 finalizzati alla 'Realizzazione degli interventi di bonifica' sui siti contaminati presenti sul territorio regionale.
Destinatari della misura sono le amministrazioni comunali che hanno fatto la richiesta alla Regione di contributi per la realizzazione o il completamento o l'avanzamento degli interventi di bonifica e delle operazioni già avviate e oggetto di precedenti finanziamenti deliberati dalla giunta regionale. «Al fine di incrementare le azioni per una maggiore tutela dell'ambiente e intervenire nelle bonifiche delle aree inquinate e dove sono presenti rischi per l'ambiente – ha dichiarato Cattaneo - la Regione sosterrà con 1.953.700 euro i Comuni che ne hanno fatto richiesta, nella gestione degli interventi di bonifica, per superare rischi dovuti alla presenza di rifiuti e per la messa in sicurezza delle aree».

AREA 'EX CONCERIA FRASCHINI'
Il finanziamento richiesto dal comune di Brenta, che agisce 'ex officio', riguarda completamento della caratterizzazione ambientale, smaltimento rifiuti/messa in sicurezza dell'Area ex conceria Fraschini. ubicata nei comuni di Brenta e Cittiglio,per un totale di 760.000,00 euro.
Il sito di interesse regionale denominato area 'Ex Conceria Fraschini' è già stato oggetto di finanziamento regionale nei precedenti esercizi finanziari e risulta così suddiviso: Comune di Brenta: area interessata dai fabbricati produttivi dell'ex Conceria; Comune di Cittiglio: area interessata dallo stoccaggio dei fanghi di conceria e successivamente utilizzata dalla ex-società Acquatech, che vi ha realizzato un impianto di smaltimento di rifiuti liquidi.
Attualmente l'area è nella disponibilità della Curatela fallimentare, che ha comunicato di non essere tenuta ad alcuna attività conoscitiva, programmatoria o esecutiva in relazione alla presenza di rifiuti rilevata sull'area ex Conceria Fraschini.
Allo stanziamento dei quasi due milioni di euro sono interessate anche le amministrazioni comunali di Rho (Mi) per 545.000 euro, S.Giorgio su Legnano (Milano) per 73.200 euro per la redazione del progetto di bonifica e il monitoraggio dello stato della contaminazione, S.Martino dall'Argine (Mantova) per 298.500 euro per progettazione e una prima quota per la realizzazione degli interventi di bonifica e Spessa (Pavia) per 277.000 per conclusione degli interventi di bonifica.
«Lo stato degli interventi di bonifica in Lombardia negli ultimi anni – ha spiegato Cattaneo - ha evidenziato un'intensa attività dal lato sia dell'amministrazione pubblica sia dei privati. A dicembre 2018 si possono contare 2194 siti bonificati con un incremento del 57 per cento (2012-2018). Con il nuovo piano di gestione dei rifiuti e delle bonifiche la priorità per Regione Lombardia è l'individuazione delle criticità presenti sul territorio e il loro risanamento, promuovendo la rigenerazione delle aree degradate, nel rispetto della sostenibilità ambientale».