Edizione n.45 di mercoledì 22 novembre 2017

A Berna un oriundo luinese, è il nuovo “ministro degli Esteri” Ignazio Cassis

Pellicini e Cassis nella foto di Daria Gilli

C'è anche un legame con Luino in Ignazio Cassis, dal 1° novembre 2017 nuovo Consigliere federale agli Affari Esteri della Svizzera. Suo padre era originario della frazione Longhirolo e, fino alle porte dell'investitura a Berna, il parlamentare ticinese ha avuto anche passaporto italiano. Non fa pertanto meraviglia se a Sessa (Canton Ticino), domenica 29 ottobre 2017, c'era anche il sindaco di Luino Andrea Pellicini alla festa organizzata dai comuni di Sessa e Monteggio in suo onore.
«E' stata una festa popolare bellissima, - ha commentato Pellicini - che ha messo in luce in primo luogo la profonda identità della Regione del Malcantone, con costumi e canti tradizionali. Ho quindi avuto modo di conoscere Cassis, apprezzandone lo stile e i modi garbati, ma soprattutto la capacità di parlare il linguaggio semplice della gente. Si è detto onorato della presenza del sindaco di Luino, in quanto la nostra città è parte fondamentale della storia della sua famiglia. Suo padre, infatti, è nato e cresciuto a Luino, anzi, a Longhirolo».
Alla cerimonia erano presenti molti sindaci del Malcantone e Cassis si è addirittura commosso di fronte a loro. «Ho avuto l'impressione di trovarmi innanzi ad un uomo vero, prima che ad un importante politico. - continua Pellicini  - La Svizzera può insegnarci molto: la gente è sinceramente innamorata del proprio paese, della propria regione e ha, al contempo, un forte sentimento nazionale».
Nella foto di Daria Gilli: Andrea Pellicini (a sx) e Ignazio Cassis.