Edizione n.16 di mercoledì 22 maggio 2019

Bellinzona, i treni TiLo diventano “tricolori”

il nuovo logo vuole rafforzare l’identità transfrontaliera
TiLo, logo

Il rosso e blu in rappresentanza del Canton Ticino, il verde per i trasporti pubblici di Regione Lombardia. Sono i colori della rinnovata immagine dei treni TiLo, presentata a Bellinzona il 14 maggio 2019. Presenti alla cerimonia, per la Svizzera, il direttore generale, Denis Rossi, e il presidente del cda di TiLo, Marco Piuri, il consigliere di Stato del Canton Ticino e direttore dipartimento del territorio, Claudio Zali, e, per l'Italia, il presidente e l'assessora ai trasporti di Regione Lombardia.
Il conseguente cambio di livrea dei treni avverrà per gradi e si prevede di modificare l'intera flotta entro il 2022.

TiLo collega le località del Canton Ticino con quelle limitrofe della Regione Lombardia. Opera dal 2010 tra Chiasso e Milano e, dalla recente apertura della nuova ferrovia tra Mendrisio e Varese nel 2018, collega sia i due capoluoghi lombardi Varese e Como, sia la Regio Insubria all'aeroporto di Malpensa. L'azienda, nata nel 2004, ha oggi una flotta composta da 40 elettrotreni Flirt (Fast Light Innovative Regional Train): 23 a quattro vetture e 17 a sei vetture. Di questi 36 sono di proprietà delle Ffs, 4 di Fnm. Nei prossimi anni sono in arrivo 14 nuovi treni (5 Ffs e 9 Fnm Group) a sei vetture.
I treni che attraversano il confine Svizzera-Italia sono 151 al giorno. Il servizio RE tra Milano Centrale e Lugano coinvolge circa 15.000 persone al giorno. I passeggeri trasportati nel 2018 sono stati circa 15 milioni, di cui 11,5 in Canton Ticino e 3,5 in Lombardia.