Edizione n.45 di mercoledì 22 novembre 2017

Accensione dei caloriferi, dal 15 ottobre bollino blu e controlli

Responsabilità di proprietari, tecnici e anche amministratori di condominio

La particolare situazione meteo non invita certo a farlo. In più, amministrazioni locali e agenzie di protezione ambientale si appellano al senso di responsabilità e civismo. L’autunno è però iniziato da un pezzo e da domenica 15 ottobre - secondo la normativa nazionale - è scattata la possibilità di accendere il riscaldamento in abitazioni e uffici.
Con l’arrivo del freddo arrivano manutenzioni, pulizia di caldaie, camini e stufe, ma anche i controlli. Doverosi e necessari per tutti. «La responsabilità è di tutti» dicono gli esperti di Confartigianato Varese. «Dell’utente e del professionista che controlla l’impianto».
La Provincia di Varese ha avviato una campagna di sensibilizzazione nel 1998 e, da alcuni giorni, sta effettuando controlli e, come precisa Confartigianato, «sono scattate le prime multe». Il coinvolgimento nella responsabilità – aggiunge Confartigianato - si estende agli amministratori di condominio. «Un lavoro o un controllo malfatto - dice Paolo Stura, formatore con un’attività pluridecennale alle spalle - comportano seri pericoli non solo per il proprietario dell’appartamento ma anche per tutti gli altri. Una perdita di acqua si può risolvere con una discussione tra condòmini, ma una perdita di gas, se causa cortocircuito, può tirare giù una casa e quelli che ci abitano».